DAL PROSSIMO PRIMO NOVEMBRE, ANCHE NEI CANTIERI PRIVATI (OLTRE € 70.000) CI SARA’ IL CONTROLLO SULLA MANODOPERA .

Il Decreto definisce un sistema di verifica della congruità dell’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili eseguiti da imprese affidatarie, in appalto o subappalto, ovvero da lavoratori autonomi coinvolti nella loro esecuzione.

Il decreto è stato previsto dal Decreto Semplificazioni del 2020 e le disposizioni contenute si applicano ai lavori edili per i quali la denuncia di inizio lavori sia effettuata alla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente dal 1° novembre 2021. Per i lavori privati, la congruità dell’incidenza della manodopera deve essere dimostrata prima dell’erogazione del saldo finale da parte del committente. A tal fine, l’impresa affidataria presenta l’attestazione riferita alla congruità dell’opera complessiva. Per i lavori pubblici, la congruità dell’incidenza della manodopera sull’opera complessiva è richiesta dal committente o dall’impresa affidataria in occasione della presentazione dell’ultimo stato di avanzamento dei lavori da parte dell’impresa, prima di procedere al saldo finale dei lavori. L’attestazione di congruità è rilasciata, entro dieci giorni dalla richiesta, dalla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente, su istanza dell’impresa affidataria o del soggetto da essa delegato ai sensi dell’articolo 1 della legge 11 gennaio 1979, n. 12, ovvero del committente.

Per maggiori informazioni scarica le slide: https://www.studiodercole.com/wp-content/uploads/2021/07/slide-2021-06-29.pdf

Per maggiori informazioni scarica il testo: https://www.studiodercole.com/wp-content/uploads/2021/07/Decreto_Durc_congruita_firmato.pdf

Print Friendly